L’edificio della Volta Rossa occupa una lunga fascia su via Palazzo di città, risvoltando su piazzetta Corpus Domini e via Conte Verde. Le prime notizie risalgono agli ultimi decenni del Cinquecento, quando il Caracha raffigura in quest’area un forte accentramento di piccole abitazioni, già siglato proprio dalla presenza della Volta Rossa.
Il palazzo si presenta a manica doppia con cortile interno: ospita residenze, negozi e magazzini.
Il progetto di restauro e risanamento conservativo prevede un miglioramento funzionale e distributivo di tutto il fabbricato: in particolare, è stata confermata la destinazione abitativa del terzo piano, mentre all’ammezzato, primo e secondo piano è stata proposta la destinazione a pensione, mentre al piano terra sono previsti un negozio e servizi per la pensione stessa.